Il Motore di ricerca interno: consigli utili per gli eCommerce

Cerchi un modo per ottimizzare l’esperienza utente sul tuo sito e aumentare le conversioni? Migliora il motore di ricerca interno.

Il motore di ricerca è il commesso che aiuta i clienti nel negozio fisico a trovare il prodotto che chiedono

Aspetto piuttosto trascurato dalla maggior parte degli utenti, i motori di ricerca interni rappresentano uno strumento potente e semplice per facilitare l’acquisto dei prodotti. Basti pensare che Amazon fonda gran parte del proprio business su questa funzionalità.

Più il sito è esteso e con prodotti di categorie eterogenee, maggiore è importante poter fornire al cliente uno strumento che gli faciliti la vita in modo immediato, prima che abbandoni il vostro sito e cerchi altrove.

Il tasso di abbandono elevato è colpa anche del tuo motore di ricerca

La maggior parte dei sistemi di ricerca inclusa nei vari ecommerce OpenSource non fornisce risultati corretti e risponde con tempi di attesa elevati che portano all’abbandono da parte del cliente. Provate semplicemente a trovare un prodotto con parole composte come “tshirt in cotone rossa”, con o senza il trattino e il risultato sarà nullo.

La ricerca interna deve visualizzare dei risultati pertinenti e permettere di filtrare i risultati in modo semplice analizzando per parole contenute nelle descrizioni, prevedere errori di battitura, filtrare per caratteristiche, riordinare i risultati delle ricerche per prezzo e attributi scelti dal cliente.

Quanto può incidere in termini economici non avere un motore di ricerca efficente?

Per attrarre un cliente nel proprio sito si fanno investimenti importanti cercando di implementare le migliori strategie, ma spesso si pone poca attenzione ad analizzare se il proprio sito dispone di strumenti efficaci per facilitare il nuovo cliente nel trovare quello che cerca. Ecco vanificato il 50% di investimento in pubblicità. Abbiamo comunque avuto visibilità direte voi, d’accordo, ma concordate con me che un sito che non converte ha vita breve.

Quanto possono migliorare le conversioni? Ecco alcuni casi di studio

Secondo uno studio condotto da Marketing Sherpa, istituto di ricerca specializzato in indagini di Marketing per il mercato, il 43% dei visitatori di un sito eCommerce utilizza la search engine interna per cercare il nome del prodotto o di una categoria. Inutile quindi non rendersi conto quanto sia essenziale migliorare questo aspetto per aumentare i fatturati.

Il sito Web di Big Stock ha testato il proprio algoritmo di ricerca interno per corrispondenza estesa o esatta. Questo test A / B ha comportato un aumento del +6,52% del numero di immagini aggiunte al carrello e un aumento del +3,2% delle immagini scaricate.

FootSmart ha analizzato le sue analisi e ha visto risultati di ricerca per ricerche poco efficaci. Hanno ottimizzato ciascuna di queste pagine per offrire agli utenti ricerche altamente pertinenti. Ciò ha comportato un aumento della conversione della ricerca sul sito dal 26,2% al 47,6% in un anno. Questo miglioramento dell’82% nel tasso di conversione porta a guadagni di entrate di svariati milioni di dollari.

InSound, un negozio di musica online ha ottimizzato il suo algoritmo di ricerca per renderlo più pertinente ai termini di ricerca dell’utente. Ciò ha comportato un aumento del tasso di conversione del 39%. L’esperimento ha anche migliorato il valore medio dell’ordine globale del negozio online.

Vendiloshop, negozio specializzato nella vendita di giocattoli e gadget per collezionisti, attivando il motore di ricerca interna SniperFast ha abbassato il tasso di abbandono del 35% e aumentato il valore del carrello medio del +22%

I clienti che ricercano nel sito hanno il 216% di probabilità in più di conversione

Secondo la ricerca di WebLinc, i ricercatori sul sito hanno il 216% di probabilità in più di convertirsi rispetto agli utenti normali.
Secondo eConsultancy, fino al 30% dei visitatori dell’e-commerce utilizzerà la ricerca interna del sito. E i visitatori della ricerca del sito sono il 13,8% delle entrate complessive.

Come migliorare il motore di ricerca del proprio sito ecommerce

Per migliorare il motore di ricerca del proprio sito una delle soluzioni più spesso utilizzate è affidarsi a sistemi esterni che si integrano con il vostro ecommerce indicizzando il catalogo e restituendo i risultati corretti in tempi brevissimitramite un algoritmo dedicato. Questi sistemi sono a pagamento e in genere hanno degli abbonamenti mensili per volume di ricerche.

Seguono alcuni esempi di ecommerce gestiti da Prestalia nei quali abbiamo implementato motori di ricerca avanzati per ottimizzare i risultati. Il nostro staff è a Vostra disposizione per maggiori informazioni.

www.vendiloshop.it
www.modellinoshop.it

Commenti

Commenti

 

ivan

Senior Web Consultant - Prestashop Certified

Lascia un commento