eBay – Grandi novità alle porte per venditori e acquirenti

Novità alle porte per eBay, il celebre marketplace è intenzionato a rivoluzionare l’esperienza d’acquisto per venditori e acquirenti, modificando la struttura del proprio portale (e delle varie inserzioni) su un modello “basato sul prodotto” allineandosi ad altri colossi (vedi Amazon) che già da tempo utilizzano questo approccio.

Cosa significa?

eBay sta realizzando da qualche tempo un proprio catalogo prodotti, e permetterà ai venditori di “agganciarsi” alle schede già esistenti e proporre un articolo in vendita specificando solamente alcuni dati essenziali per la pubblicazione dell’offerta (codice prodotto, prezzo, quantità).
Addio quindi inserzioni duplicate per lo stesso oggetto: la scheda prodotti diventerà unica, con essa i dettagli e la scheda tecnica.
Da essa sarà possibile visionare i merchant che propongono il prodotto e confrontarne i prezzi, per poi eventualmente perfezionare l’acquisto.
L’ordine dei venditori seguirà sempre il concetto di rilevanza : chi proporrà un prezzo migliore , garantendo un’esperienza d’acquisto da top-seller, comparirà in cima all’elenco dei risultati.

Per questo cambiamento eBay ha introdotto un proprio identificativo chiamato ePID (eBay product ID), che identificherà in maniera univoca un dato prodotto (o una variante di esso) sulla piattaforma.

A differenza di altri portali di vendita, ad un venditore sarà comunque permesso inserire dettagli aggiuntivi (incluse eventuali fotografie) sull’oggetto in vendita per personalizzare la propria versione dell’articolo.

Quando avverrà il cambiamento?

eBay ha già avviato la sperimentazione di questa modalità in alcuni marketplace (ad oggi – Aprile 2018 – i siti coinvolti sono US, UK, AU e Canada English) con una stretta cerchia di prodotti selezionati per la “fase 1”.
Sono state inoltre rese disponibili agli sviluppatori le API (gli strumenti che permettono ad eBay di dialogare con software di terze parti) per interagire con questa nuova esperienza di vendita e per verificare i prodotti di un account che non sono ancora stati aggiornati.

Entro la fine del 2019 è prevista l’espansione della modalità catalogo verso nuovi prodotti e verso nuovi paesi.

Cosa cambierà per i venditori?

eBay richiederà a tutti i venditori di collegare le attuali inserzioni di articoli nuovi e usati a prodotti facenti parte del catalogo eBay.
Questo sarà richiesto in varie fasi, sulla base di categorie e brand indicati dalla piattaforma stessa , pena l’impossibilità di rinnovare / pubblicare nuovi articoli o di mostrarli nella ricerca utente.

L’operazione sarà possibile utilizzando un codice identificativo univoco UPC, ISBN, EAN che il marketplace sta già richiedendo obbligatoriamente ad oggi per molte categorie,
oppure l’ePID , l’identificativo “esclusivo” di eBay poco sopra citato.

 

Mantieni aggiornato il modulo Fastbay

Il team di Prestalia è costantemente aggiornato su tutte le novità che eBay ha in serbo per il futuro,
per rimanere allineato con tutte le potenzialità delle nuove integrazioni previste dal marketplace, mantieni aggiornata la tua copia di Fastbay.

Per chi è già in possesso della precedente versione, nel caso abbia attiva la licenza ZEN 12 mesi upgrade, può richiedere gratuitamente la nuova versione aprendo un ticket nella nostra area assistenza: support.prestalia.it

In alternativa il nuovo modulo è disponibile all’acquisto direttamente su shop.prestalia.it.
Per conoscerne in dettaglio ogni funzionalità suggeriamo di consultare la nuova guida ufficiale disponibile su help.prestalia.it.

L’installazione dell’aggiornamento può essere effettuata come qualsiasi altro modulo Prestashop: caricate lo zip direttamente dal vostro backoffice, assicurandovi che compaia la dicitura che un file è stato aggiornato (PS 1.6).

Una volta aperto il modulo Fastbay, forzate lo svuotamento della cache del browser tramite i tasti Ctrl + F5 della tastiera (o equivalente Mac). In questo modo sarete sicuri di non incorrere in problemi di visualizzazione o altri errori legati al browser.

Commenti

Commenti

 

Tags: , , , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento